BIJOU_CONTEMPORAIN

Bienvenue sur mon blog

21/04/2012

EXPO ‘Gioielli in Fermento 2012′ – La Vigna delle Arti, Torre Fornello (Piacenza, IT) – 22 Avril-26 Mai 2012

Gioielli in Fermento 2012

La Vigna delle Arti
22 aprile – 26 maggio 2012
inaugurazione domenica 22 aprile alle ore 17
con la collaborazione di
AGC Associazione Gioiello Contemporaneo,
Le Arti Orafe Jewellery School di Firenze
con il patrocinio di Provincia di Piacenza, Comune di Ziano Piacentino

Pinned Image

 

durante l’inaugurazione verrà attribuito il

Premio TORRE FORNELLO – Gioielli in fermento 2012  (Torre Fornello award)
Concorso aperto a orafi, artigiani del gioiello, artisti orafi, progettisti, designers, per la realizzazione ed esposizione di un gioiello ispirato al tema vitivinicolo e al racconto del vino nella suggestiva cornice della Vigna delle Arti* di Torre Fornello, Ziano Piacentino.

*La Vigna delle Arti è un progetto culturale sulle varie interpretazioni dell’arte contemporanea a cui Torre Fornello da anni dedica assoluta attenzione: a cadenza annuale più artisti vengono invitati a sperimentare, confrontarsi ed esprimersi nel contesto delle vigne che li ospita.

All’interno della Vigna delle Arti, l’esposizione Gioielli in fermento, giunta quest’anno alla seconda edizione, ed il concorso ad essa associato, stimola il racconto del vino, fonte di ispirazione per gioielli unici:
nei vini, frutto di terre piacentine, troviamo tracce di storia, scopriamo un territorio, sapore e carattere, sperimentiamo sensazioni. Eccoci di fronte a malvasia e gutturnio, l’espressione massima di queste colline.

Donna Luigia Malvasia DOC Colli Piacentini
Pratobianco Emilia IGT
Sinsäl Gutturnio Superiore DOC Colli Piacentini

tre vini, tre uve, tre colori, tre racconti, tre ispirazioni

Gli autori, con presenze da tutta Italia e dall’estero, si sono ispirati alle sfumature di questi tre prodotti dei Colli Piacentini per creare monili unici e la Giuria assegnerà nella giornata di inaugurazione della mostra, un riconoscimento alle due opere giudicate più interessanti per l’originalità e l’attinenza al tema, con particolare attenzione alla cura e al dettaglio di realizzazione e all’indossabilità di un ornamento contemporaneo.

I premi in palio sono costituiti da due posti per la partecipazione al Workshop con Stefano Marchetti nella sessione estiva presso Le Arti Orafe Jewellery School a Firenze.
Le iscrizioni sono offerte grazie a Torre Fornello e Le Arti Orafe Jewellery School, dal 1985 scuola per l’oreficeria contemporanea a Firenze.
Il workshop « Superficie in profondità nel design di gioielli – Fare a pezzi le idee, un diverso approccio al design del gioiello”, si tiene a Firenze presso la sede della scuola dal 23 al 26 luglio 2012.

Insieme ai prestigiosi premi siamo lieti di presentare la Giuria che conferirà il carattere distintivo a questa manifestazione: hanno accettato il nostro invito personalità coinvolte per professione o per sensibilità nel panorama del gioiello italiano, in un’ottica di continuità con i progetti già avviati con la Collezione permanente di arte contemporanea in essere da più di dieci anni alla Vigna delle Arti, curata dal « Laboratorio delle Arti » di Piacenza.

Presiederà lo stesso Enrico Sgorbati, titolare di Torre Fornello, nonché raffinato collezionista, coadiuvato dai giurati:
Maria Rosa Franzin – Artista orafa, Vicepresidente di AGC Associazione Gioiello Contemporaneo e Docente all’Istituto d’Arte Pietro Selvatico di Padova
Giulio Manfredi – Maestro orafo, a cui fa capo il noto brand internazionale, che da Milano e da tutto il mondo ama spesso rientrare e mantenere i legami con le terre piacentine d’origine
Carlo Giuseppe Valli – Scrittore (Vini e Miti, 2008 Ed. Cierre – premio Cesare Pavese, Il Vino nella letteratura), consulente e docente in campo enogastronomico, membro dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana
Graziano Visintin – Artista orafo tra i maggiori esponenti della « Scuola di Padova », Docente all’Istituto d’Arte Pietro Selvatico di Padova

 

Espongono gli autori:

Alessandro Petrolati Aline KokinopoulosAngelo Lomuscio Annamaria Iodice — Antonella Ferrara — Barbara Pepe — Caterina Espa — Chiara TrentinChristine RichardCorrado Demeo — Donatella Onofri — Elena Bonanomi — Elena Gentilini — Federico Vianello — Fernanda Duso — Francesca Antonello — Francesca Gabrielli — Francesca Gazzi — Gaspare Gaeta — Gianni Riva — Gigi Mariani — Giuseppina Dallanoce — Graziano BarzettiHeidemarie Herb — Joanna Kasztelan — Katarina Cudic — Lucilla Giovanninetti — Maddalena GermanoMaddalena RoccoMarco Picciali — Maria Bernardetta Ostani — Maura BiamontiMaurizio Stagni — Maximilian Czerny — Mirella Gerosa — Moshen Amin — Nicoletta Dal Vera — Nicoletta FrigerioRaffaele Irace — Raimondo De Santis — Roberta Pavone — Roberto Grimani — Rosaria Gallotti — Sheila Cuna — Silvana Farano — Simona Malvassori — Simona Negrini — Simonetta Giacometti — Valeria Eva Rossi.

rings per "gioielli in fermento"

Osservando le loro opere si potrà notare lo stimolante dialogo in fermento instaurato tra gli artisti, gli orafi e i designer di maggiore esperienza e la proposta emergente di nuovi autori.

Il Catalogo della mostra sarà disponibile in sede dal giorno di inaugurazione.

Durante l’inaugurazione sarà possibile degustare oltre ai vini protagonisti del tema del concorso, l’intera produzione dell’azienda vitivinicola Torre Fornello che spazia tra vini bianchi, rossi, fermi frizzanti e Spumanti Metodo Classico.

 

Eliana Negroni, Gioielli in …fermento, show curator
Enrico Sgorbati, Torre Fornello

 

 

 

La VIGNA DELLE ARTI
c/o Az. Agr. Torre Fornello – www.torrefornello.it
Loc. Fornello di Ziano Piacentino (Piacenza)
L’esposizione prosegue fino al 26 maggio 2012.
Orari: dal lunedì al sabato ore 10.00-12.00 / 15.00 -18.00 domenica: su appuntamento
T. 0523 861001 – Fax 0523 861638
gioiellinfermento@gmail.com
facebook Esposizione Gioielli in fermento
twitter @Jewelsinferment #awinetale

 

 

14/06/2010

Progetto Gioiello modulare (Italia) – ter – ce n’est plus un projet c’est un COLLIER FABULEUX !

Progetto Gioiello modulare – 24 Artisti – 12 Regioni – 1 Progetto:

Progetto Gioiello modulare (Italia) - ter - ce n'est plus un projet c'est un COLLIER FABULEUX ! dans Adele SGRO (IT) 29144_1396461804109_1609157137_895321_42807_n

(Questa non è la foto definitiva, è una prova e tra qualche giorno ne posterò altre anche con visuali diverse.)(Photos de JEWELLERY DESIGN)

 

artisti :
Adele Sgrò (Calabria) – Alberto Gallingani
(Toscana) – Alessandro Petrolati  (Marche) –  Annamaria Iodice (Veneto) — Eliana Negroni (Emilia Romagna) — Enrico CaberlonFabio Corsini (Toscana) — Francesca Canapa (Veneto) — Francesca di Giamberardino (Lazio) — Francesca Gabrielli (Lazio) — Gianluca Staffolani (Marche) — Graziano Barzetti  (Marche) — Isabella Zini (Veneto) (Toscana) — Luca Cosseddu (Sardegna) — Maddalena Germano (Puglia) — Maddalena Rocco (Lombardia) — Marco Picciali (Lombardia) — Maurizio Stagni (Friuli Venezia Giulia) — Nicoletta Frigerio (Lombardia) — Raffaele Irace (Liguria) — Roberto Grimani (Lombardia) — Sabrina Bottura (Trentino Alto Adige) — Stefano Pedonesi (Toscana) — Thomas Lorenzoni (Toscana)

 

Nicoletta-Frigerio dans Alberto GALLINGANI (IT)
Nicoletta Frigerio.  “Forza-Cuore, frammenti”.
Le energie negative che impediscono il desiderio di creare insieme sono infrante da un frammento di cuore (corallo) rosso – Arg925, fusione a cera persa di ‘Materia Lunare’, corallo, frammento di Oro 750. L’artista: Artisticamente affascinata “dalle materie” sia in scultura che nelle arti applicate. La curiosità l’ha portata a sperimentare argille, metalli in fusione e lastra, vetri, pietre. 

voir articles précédents :

* Progetto Gioiello modulare (Italia) – bis – ça avance !!!!

* Progetto Gioiello modulare (Italia)

 

 

05/06/2010

Progetto Gioiello modulare (Italia) – bis – ça avance !!!!

Progetto Gioiello modulare – 24 Artisti – 12 Regioni – 1 Progetto:

Progetto Gioiello modulare (Italia) - bis - ça avance !!!! dans Adele SGRO (IT) 30224_1385498450032_1609157137_870445_1691343_n

lavorare insieme con lo spirito di condivisione del proprio sapere per creare un gioiello unico
Il gioiello modulare è nato da un’idea di un artigiano orafo lucchese,
Stefano Pedonesi, che nei giorni di svolgimento della mostra di gioielli contemporanei AGCPUNTO09 a Senigallia ha deciso di riunire un gruppo di amici/colleghi del mondo del gioiello artistico per realizzare una creazione unica.
Grazie al
gruppo “Artigiani Orafi presente sul noto social network Facebook è stato pubblicato un bando di selezione per dare la possibilità ad altri artisti al di fuori di queste amicizie di unirsi al gruppo di lavoro.
Per questo primo progetto, la realizzazione della collana modulare, sono stati selezionati 24 artisti italiani provenienti da varie regioni e con stili e lavorazioni diversi tra loro.
La collana modulare è un gioiello composto da più moduli che si possono unire, staccare, spostare a piacimento su una base di appoggio ed una volta tutti assieme formano appunto una collana perfettamente indossabile.
I partecipanti selezionati hanno a disposizione un modulo in argento che devono personalizzare con il proprio stile, unico requisito è quello di non variarne la forma perimetrale e l’attacco per la base, per il resto questo modulo può venire inciso, traforato, saldato con il materiale che si preferisce, aumentato di superficie in altezza, tutto a loro piacimento.
Il progetto si divide in 3 fasi:
1) Selezione dei partecipanti
2) Lavorazione: gli orafi selezionati ricevono il modulo base in argento su cui lavorare e che devono rispedire una volta personalizzato per poterlo assemblare con gli altri
3) Fase espositiva: la collana viene esposta durante gli eventi già confermati, altre iniziative sono ben accette e saranno prese in considerazione
Alla fine del periodo espositivo la collana verrà destinata ad una vendita di beneficenza per donare il ricavato ad una giusta causa che verrà naturalmente segnalata in questo sito.
Un ringraziamento speciale a tutti gli artisti che hanno creduto in questo progetto trasformandolo così da idea a realtà, grazie a tutti!
Stefano Pedonesi

30619_1353350046342_1609157137_803838_3069689_n dans Alberto GALLINGANI (IT)

bozza dans Alessandro PETROLATI (IT)Rendering modulo

 

VOICI LES PREMIERS « MODULES » ! :-)

Alessandro PetrolatiSabrina Bottura
Alessandro Petrolati – « Io, noi, tutti »
Sabrina Bottura – « CONfluire »

Graziano BarzettiMaddalena Rocco
Graziano Barzetti - « No drink No dreams »
Maddalena Rocco – « Hypnos »

Annamaria IodiceAlberto Gallingani
Annamaria Iodice – « Croce e Delizia »
Alberto Gallingani – « Babae »

Gianluca StaffolaniLuca Cosseddu
Gianluca Staffolani - « Filo di Arianna »
Luca Cosseddu – Casta Insula

Fabio CorsiniMaddalena Germano
Fabio Corsini – ‘Collega…ti all’unità di crisi?’
Maddalena Germano

Eliana NegroniFrancesca Gabrielli
Eliana Negroni -  A mio agio
Francesca Gabrielli – Pedalando, pedalando… ho forato

Roberto Grimani
Roberto Grimani – Acqua

 

Alessandro Petrolati - « Io, noi, tutti »
CONCETTO: Si nasce, si cresce, aimé…. s’ invecchia, coesistere è forse l’elisir di lunga vita?!  In una società terrorizzata dal “contatto” è compito dell’artista trasmettere, attraverso la sua opera, un invito alla collaborazione, al bisogno di contaminare ed essere contaminati…
MATERIALI: argento, legno, personaggi da modellismo in plastica
 
Sabrina Bottura – « CONfluire »
CONCETTO: COM FLÙERE nel significato dell’originaria etimologia latina, ovvero lo scorrere insieme per realizzare  una “cosa” che non sia finalizzata a se stessa ma che invece contenga, già nella fase embrionale,  il DNA dell’ ETICO e del SOCIALE. Con l’ esecuzione “nell’essenziale” di una tubatura dischiusa ho voluto mostrare un percorso obbligato da dentro a fuori, dall’egoismo all’altruismo.
MATERIALI: Argento, rame, alluminio, feltro
 
Maddalena Rocco – « Hypnos »
CONCETTO: L’ala di Hypnos, il dio del sonno, in argento dorato rosa reca un inserto in radice di rubino. Un frammento di specchio riflette il suo volto in modo parziale, ripreso dal basso. Gli occhi semichiusi. E’ inciso a bulino. La composizione si alterna in due direttive oblique che si contrappongono, è decentrata e lo specchio è in caduta.
MATERIALI: Argento, ala in radice di rubino molata, incisione a bulino inchiostrata
 
Graziano Barzetti - « No drink No dreams »
CONCETTO: La base in argento fuso in osso di seppia, tecnica usata nelle Marche dai primi del 1900, ottone (vasca), ferro (tubo acqua), lapis (acqua).
Una piccola fontanella di paesi di montagna. La sua freschezza, quella sua bontà bevuta dopo un’escursione in montagna. Se saranno chiuse non si potrà più sognare.
MATERIALI: argento, ottone, ferro, lapislazzulo
 
Annamaria Iodice – « Croce e Delizia »
CONCETTO: Croce: simbolo apotropaico e universale che da sempre caratterizza l’essere umano nel suo cammino per dare un senso alla fatica del vivere. Delizia: ricerca delle positività, bellezze, armonia di cui ognuno di noi non può fare a meno. La realizzazione della collana modulare rende sicuramente il senso che una buona comunione di intenti può portare alla realizzazione di autentica armonia.
MATERIALI: Argento, smalti policromi a fuoco, foglia d’oro
 
Alberto Gallingani – « Babae »
CONCETTO: Essere liberi. Costruire in automatismo creativo un gioiello è un’esperienza incredibile. Dimenticare il sapere tecnico… usare un martello… e un paio di forbici. Senza saldature. Carta. Tutto qui!
MATERIALI: Argento, oro, cartapesta

Gianluca Staffolani - « Filo di Arianna »
CONCETTO: Il modulo nasce nel mistero. Realizzare un frammento di oggetto senza sapere cosa lo avrebbe circondato ha un sapore alchemico.
Nessuno sapeva nulla di ciò che avrebbe fatto l’altro. Il fascino fu questo, lavorare senza sapere, una sorta di sottile filo che pur non conoscendoci ci ha visti impegnati per un progetto comune, una misteriosa luce che illuminava solo la meta.
MATERIALE: Argento

Luca Cosseddu – « Casta Insula »
CONCETTO: Oggetto realizzato con materiali alternativi trovati in natura, regali della terra e del mare. E’ omaggio alla essenzialità della mia isola, diversa e selvaggia, con i suoi colori, le sue trasparenze, le sue forme e i suoi misteri.

MATERIALI: Argento, rame, corno di montone e opercoli di conchiglia 

 
Fabio Corsini – ‘Collega…ti all’unità di crisi?’
CONCETTO: Nella ricerca di una immagine che potesse definire il significato di unità, ho trovato più opportuno imprimere a parole il valore di questo sentimento, che cerca di associare il lavoro e le passioni attraverso una collana costruita da ogni singolo ideatore, nel desiderio e convinzione che la cooperazione possa attribuire al gioiello un valore aggiunto.
MATERIALI: Ottone, ebano e argento

Maddalena Germano : Picture
CONCETTO: bozza, disegno, questo modulo rappresenta una piccola tela dove poter dar vita alle proprie idee. Grazie all’utilizzo del niello è stato possibile riprodurre l’effetto matita. La foglia d’oro dà un valore aggiunto a questa “bozza”, che di solito è la parte del lavoro che viene presa meno in considerazione, ma è da essa che nascono tutte le nostre creazioni.
MATERIALI: Argento, niello, foglia d’oro 

Eliana Negroni -  A mio agio
CONCETTO: Qui si sta bene – è stata la prima sensazione provata nell’aderire a questo progetto ed ho cercato di riproporla attraverso segni che preferisco. Unendo alla base d’argento l’alluminio, metallo semplice, inseguendo effetti e riflessi ottenuti con incisioni e zone a svuotatura combinata, fresature programmate a cui si sovrappongono fresature libere e interventi manuali ad effetto, zigrinature, particolari a martello.
MATERIALI: argento, alluminio 


Francesca Gabrielli – Pedalando, pedalando… ho forato
CONCETTO: Quando tutti assieme portiamo avanti un progetto importante come questo non sempre teniamo lo stesso passo e una gomma bucata, che per alcuni può essere un impedimento oltre che un fastidio, diventa invece per me lo spunto per creare ironicamente un gioco…  quindi non tutti i mali vengono per nuocere, basta prendere la vita dal lato giusto… e si riparte.
MATERIALI: Argento, pneumatico di bicicletta e strass


Roberto Grimani – Acqua
CONCETTO: L’oggetto si sviluppa intorno ai concetti di rotazione e movimento, richiamando un’idea legata all’acqua e alla vita.
Un impulso di energia interiore che non si propaga verso l’esterno ma si ricicla constantemente, sfociando in un crescendo di energia e bellezza
MATERIALI: argento, lastra di bronzo

 

artisti :
Adele Sgrò (Calabria) – Alberto Gallingani
(Toscana) – Alessandro Petrolati  (Marche) –  Annamaria Iodice (Veneto) — Eliana Negroni (Emilia Romagna) — Enrico CaberlonFabio Corsini (Toscana) — Francesca Canapa (Veneto) — Francesca di Giamberardino (Lazio) — Francesca Gabrielli (Lazio) — Gianluca Staffolani (Marche) — Graziano Barzetti  (Marche) — Isabella Zini (Veneto) (Toscana) — Luca Cosseddu (Sardegna) — Maddalena Germano (Puglia) — Maddalena Rocco (Lombardia) — Marco Picciali (Lombardia) — Maurizio Stagni (Friuli Venezia Giulia) — Nicoletta Frigerio (Lombardia) — Raffaele Irace (Liguria) — Roberto Grimani (Lombardia) — Sabrina Bottura (Trentino Alto Adige) — Stefano Pedonesi (Toscana) — Thomas Lorenzoni (Toscana)

 

MODELSCULPT |
Valérie Salvo |
dochinoiu |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Françoise Fourteau-Labarthe
| Aidez les jeunes artistes
| Tableaux de Christian Maillot